La musica che ci guida

Il percorso di bio-musica, svolto nel periodo 2011-2014, ha avuto come scopo principale quello di promuovere uno spazio ad hoc per i bambini di 3 anni che garantisse loro la possibilità di attenuare gli stati di ansia dovuti ad un delicato passaggio, dove il minore si trova a dover interiorizzare la presenza sicura del genitore, che permarrà anche in sua assenza, ed il genitore a dover affidare il proprio bambino a delle figure di accudimento fino a quel momento estranee.  I bambini di tre anni, in questa primissima fase della vita, vivono il distacco materno come fonte di preoccupazione. Affettività e comunicazione, esplorazione e psicomotricità, rappresentano i due binomi importanti non solo per rimuovere tale ansia, ma sono anche fondamentali per soddisfare il fabbisogno dei bambini nei processi di crescita evolutiva. Suoni, ascolti, vocalizzazioni, varietà timbriche, esplorazioni tattili-uditive di oggetti sonori sono  gli elementi che, in questo contesto, guidano e facilitano in maniera divertente lo svolgimento di un programma e il raggiungimento dei suoi obiettivi. Gli interventi motori, studiati in stretta correlazione agli elementi sonori, sono un ausilio complementare per usufruire degli stessi benefici.

I laboratori di bio-musica hanno seguito un percorso tematico di esperienze graduali rispettando le differenze caratteriali dei bambini e i loro stati emotivi, e sono stati articolati sulle seguenti tematiche:

giochi di presentazione e di socializzazione improntati sulla costruzione ritmica di sillabe.

fonetica e linguaggio espressivo con dialoghi composti di fraseggi musicali.

vocalizzi e suoni indirizzati ad una maggiore consapevolezza corporea.

esperienze sulla propagazione del suono nell’ambiente acustico.

ascolto del proprio bioritmo (battito del cuore e respiro); ripetizione di accenti ritmici sul tempo forte e sul tempo debole (tempo e controtempo); sperimentazione del ritmo con le mani, i piedi, la voce, attraverso le arti motorie e gli oggetti sonori.

esperienze legate all’interpretazione visiva, uditiva, immaginativa di suoni isolati e brani musicali.

esperienze sulle differenze fra i suoni: le timbriche, la risonanza, i suoni che si attraggono, esperienze visive, uditive, tattili dell’onda vibratoria del suono, interpretazioni gestuali e motorie correlate a suoni acuti e gravi

costruzione di oggetti sonori: a soffio, a percussione, a corda, etc.

musica d’insieme: cantare insieme una scala di note, inventare e cantare un motivo musicale a filastrocca, giochi danzanti, etc.

Localizzazione dell’intervento

Presso la Scuola Materna “Giovanni XXIII”.

 

Contatti:  Coordinatrice del Progetto Dott.ssa Angela Caccioppo  Tel. 3425348189